Le 12 migliori selle mtb – Classifica 2017

Come tutti gli appassionati di ciclismo sanno, uno dei particolari che maggiormente incide sulle prestazioni e soprattutto sulla comodità di guida di una bicicletta, è la sella. Si tratta di un aspetto che spesso al momento dell’acquisto i meno esperti tendono a sottovalutare, pagandone poi le conseguenze durante le loro pedalate.

Con questa guida intendiamo analizzare le caratteristiche principali dei sellini per mountain bike, indirizzandovi all’acquisto del prodotto più adatto alle vostre caratteristiche fisiche e al vostro modo di pedalare.

Valutiamo insieme quale, tra quelle attualmente disponibili sul mercato, è la migliore sella mtb per le tue esigenze.

Tabella delle 12 migliori selle mtb

ImmagineProdottoDimensioniPeso (g)Voto (1-5)
 1. Sella MONTEGRAPPA LIBERTY MAX ANTIPROSTATA Nero Bici Fixed 145×275 mm 310 g 4.7
 2. Selle Italia SLR Superflow L 145 145×275 mm 200 g 4.7
 3. SMP Hybrid Gel Sella da bicicletta 150×280 mm 118 g 4.6
 4. ETC Comfort, Sella per bici 124×276 mm 240 g 4.5
 5. Docooler Sellini Bici Fibra di Carbonio Sedile MTB Sella Biciclette Leggera 155×300 mm 150 g 4.4
 6. iParaAiluRy MTB bici della strada 3K Glossy Full Carbon Fiber Gambe sede di bicicletta 135×270 mm 100 g 4.4
 7. OUTERDO Sella per Bici mountain Bike Sella Professionale da Strada MTB 150×270 mm 300 g 4.2
 8. Velo, Sella bicicletta, Nero 162×294 mm 422 g 4.2
 9. Lixada Bici Sellini Completa Fibra di Carbonio MTB Sella Sede di Bicicletta 122×280 mm 100 g 4.2
 10. Lerway Morbido Sella Cuscino Sellare Della per MTB Mountain Bike Ciclismo Bicicletta Bici Rilievo Sellino 146×278 mm 340 g 4.1
 11. Sella Sellino VERTU ultra leggera Titanio 178g mountain bike bici corsa MTB BDC 132×287 mm 194 g 3.9
 12. Golden Seeds Sella Della Bicicletta Superlight Ragno Sagomato Sede Corsa MTB208×290 mm 222 g 3.9

Perché avere una buona sella su una mountain bike è così importante?

Chi pratica assiduamente il ciclismo e, nel nostro caso, chi si dedica principalmente alla disciplina del mountain biking, sa quanto è importante prestare grande attenzione alla cura dei particolari. Ogni minimo aspetto, dalla meccanica della bici alle linee del telaio, fino ad arrivare alla parte estetica del mezzo, contribuisce ad aumentare la confidenza che il ciclista acquisisce nei confronti del suo veicolo, migliorando così anche la propria esperienza di guida.

La sella è uno dei cinque punti di appoggio del corpo sulla bici, oltre alle mani sul manubrio e ai piedi sui pedali. Di questi la sella, in particolar modo per i mountain biker, è il componente che bisogna analizzare con più attenzione. Dovendo affrontare percorsi scoscesi e insidiosi, i biker sono alla continua ricerca della migliore stabilità sulla bici. Per ottenerla, tendono a muoversi molto sul sellino nel tentativo di distribuire nel modo migliore il loro peso tra ruota anteriore e posteriore, e mantenere al tempo stesso il giusto equilibrio.

Comprare una buona sella corrisponde anche ad un investimento fatto sulla propria salute. Una scorretta posizione di guida in bici, oltre a non permettere per ovvi motivi le massime prestazioni, può portare a riscontrare, già dopo le prime pedalate, alcuni problemi fisici. Sottovalutando questi disturbi e continuando incurantemente ad utilizzare un sellino sbagliato, è possibile che con il passare del tempo insorgano problematiche molto più serie. Alcuni dei sintomi tipici di chi usa una sella sbagliata sono: mal di schiena, dolori muscolari ed problemi articolari. Ancora più gravi sono i danni che possono interessare l’apparato genitale maschile e, in particolar modo, la prostata.

Per queste ragioni vi consigliamo di scegliere con grande cura il pezzo che andrete ad acquistare. Vi raccomandiamo di optare per la migliore sella mtb assecondando le vostre esigenze senza risparmiarvi, così da assicurarvi la massima gradevolezza di guida.

Ma quale sella scegliere?

Sul mercato c’è una vasta possibilità di scelta con centinaia di sellini disponibili. agli occhi dei meno esperti, questi modelli potrebbero sembrare tutti uguali o, quantomeno, molto simili, ma non è affatto così.

Scegliere una buona sella e poi regolarla in modo corretto, non è sempre semplice. Ogni ciclista infatti ha gusti ed esigenze diverse, e per trovare il sellino che più si adatta alle sue caratteristiche possono anche essere necessari anni e anni di esperienza su strada.

Si tratta, quindi, di una scelta molto soggettiva, che dipende prima di tutto dalla costituzione del corpo del ciclista, ma anche dalla morbidezza o durezza ricercata nello strumento e infine anche dalla forma che più di tutte garantisce la maggiore comodità.

Cosa bisogna considerare?

Come abbiamo già detto, le selle non sono tutte uguali. Al contrario, in commercio troviamo così tanti modelli da accontentare le esigenze di tutti i cicloamatori.

Per trovare la sella che più si adatta a voi, dovete soffermarvi a considerare alcuni aspetti in particolare.

Prima di tutto bisogna prestare molta attenzione alla scelta dei materiali. Quelli utilizzati per la realizzazione delle selle sono molteplici, e dalle loro caratteristiche dipende principalmente la qualità del modello e di conseguenza anche il variare del costo. Per fare la scelta giusta, è necessario distinguere le varie parti che costituiscono un sellino:

  • Telaio – Il telaio della sella corrisponde al suo scheletro, la parte all’interno dell’imbottitura. La sua struttura è generalmente in acciaio nei modelli più convenienti e di vecchia produzione, mentre il titanio e il carbonio vengono adoperati nelle selle più moderne e di qualità superiore.
  • Lo scafo – Lo scafo è la parte che oltre a dare forma al sellino, grazie alla sua grande elasticità permette di ammortizzare gli urti, senza che questi vengano scaricati sulla vostra schiena. Gli scafi vengono realizzati con materiali molto morbidi, come nylon, plastica o addirittura carbonio che grazie alle loro caratteristiche sono capaci di assorbire tutte le vibrazioni.
  • L’imbottitura – l’imbottitura è l’aspetto che influenza maggiormente la comodità della sella. Questa viene realizzata con schiume poliuretaniche o in alcuni casi con dei gel. Si tratta di prodotti molto leggeri che si deformano con la pressione esercitata dal corpo del ciclista su di essi, adattandosi così perfettamente alla forma del corpo.
  • Rivestimento esterno – La parte di contatto diretto con il ciclista è solitamente in pelle o in alternativa in materiali sintetici. Questi materiali devono permettere alla copertura di essere traspirante e poco scivolosa, altrimenti si metterebbe a repentaglio la massima stabilità del corridore durante la pedalata.

Aspetti individuali

Ci sono poi altre valutazioni che incidono sulla scelta di una nuova sella mtb, ma si tratta di considerazioni strettamente legate alle esigenze e alle caratteristiche fisiche di chi si troverà a guidare la bici. In particolare, le caratteristiche da prendere in considerazione sono:

  • Dimensioni – Trovare la misura ideale della sella è essenziale per una distribuzione omogenea del proprio peso sul veicolo. Pochi centimetri bastano a fare la differenza, garantendo, allo stesso tempo, un’azione muscolare più potente e una pedala più efficace.
  • Comodità – Praticare mountain bike seriamente con una sella poco comoda è praticamente impossibile. Infatti se questa risulterà di una forma non completamente compatibile con il vostro corpo, o se la sua consistenza vi sembrerà troppo dura o al contrario troppo morbida, non riuscirete ad assorbire correttamente tutte le vibrazioni e gli urti.

Recensioni delle 5 migliori selle mtb

1. Sella Montegrappa Liberty Max

La sella Liberty Max è una delle tante eccellenze italiane nel mondo del ciclismo. Realizzata dalla ditta trevisana Montegrappa, è uno dei migliori sellini mtb per il rapporto qualità prezzo.

La sella Liberty Max sembra non avere punti deboli. Un’imbottitura non troppo dura, una buona flessibilità e la scanalatura centrale le forniscono una straordinaria comodità di seduta.

La forma ergonomica di questa sella garantisce inoltre una funzione antiprostata, con una riduzione della compressione sulle vene e sui nervi della zona pubica, che permette di pedalare a lungo senza alcun disturbo fisico.

Il design della sella è molto ricercato, con cuciture e scritte decorative curate e pulite. Il suo peso, invece, è di circa 300 g, leggermente superiore alla media, ma ciò non gli impedisce alte prestazioni.

2. Superflow L 145 Selle Italia

Nel mondo della mountain bike, la casa produttrice italiana Sella Italia occupa un ruolo da protagonista. Uno dei suoi ultimi prodotti, la sella Superflow L 145, è la scelta migliore per chi è alla continua ricerca della massima qualità.

Anche se questa sella nasce principalmente per bici da strada, riesce ad offrire prestazioni eccellenti anche su percorsi tortuosi e difficili come quelli praticati da chi ama la mountain bike. Nonostante i suoi soli 200 grammi di peso, la Superflow L 145 è molto resistente grazie alla presenza di un telaio in titanio e di una copertura in pelle sintetica traspirante molto ben rifinita.

Il suo design e la morbida imbottitura garantiscono la massima comodità di seduta anche in lunghe pedalate, con una apertura centrale pensata per chi soffre di prostatite.

3. SMP Hybrid Gel

La sella SMP Hybrid Gel è sicuramente una delle migliori scelte presenti sul mercato. Si tratta di un prodotto destinato a chi pratica seriamente mountain bike ed è alla ricerca di grandi risultati.

Uno dei suoi punti forti è il peso. Appena 118 grammi, il che la rende ottima non solo per percorsi scoscesi frequentati da chi pratica mountain bike, ma anche per le uscite su strada.

Il telaio della sella è interamente in acciaio inox, caratteristica che la rende molto resistente e duratura. L’imbottitura in gel di poliuretano poi, oltre ad assorbire senza difficolta vibrazioni e urti rende questo modello molto morbido e decisamente comodo.

4. ETC Comfort

La sella ETC comfort non eccelle per le sue proprietà prestazionali, ma è la soluzione ideale per tutti coloro che sono alla ricerca di un buon sellino senza dover necessariamente spendere tanto. Ad un prezzo molto basso, potrete infatti acquistare un buon prodotto, esteticamente molto semplice ma estremamente resistente nel tempo.

L’imbottitura in poliuretano riesce ad attutire in modo efficace tutte le vibrazioni, ma chi predilige una sella morbida potrebbe trovarla decisamente scomoda. La sella ETC, infatti, si adatta maggiormente a chi preferisce una seduta più rigida e poco flessibile.

Si tratta di un modello con un design semplice perfetto per entrambi i sessi.

5. Docooler Sellini

La sella Docooler è un ottimo prodotto di fascia media che, ad un prezzo contenuto, riesce ad offrire ottime prestazioni.

La Docooler è davvero leggerissima, appena 150g, grazie ad una struttura realizzata interamente in fibra di carbonio. Come tutte le selle, la sua comodità è molto soggettiva. Questo sellino si adatta soprattutto a chi preferisce una superficie molto dura su cui sedersi. Per questo motivo, il suo utilizzo è consigliabile con un pantaloncino imbottito addosso, soprattutto nei lunghi tragitti, per non patire di alcun fastidio.

Il suo design è pensato principalmente per ciclisti di sesso maschile, vista la presenza della fenditura centrale con funzione antiprostata, ma il suo utilizzo è comunque raccomandato anche alle donne.

Conclusioni

Al momento dell’acquisto, soprattutto se avete poca esperienza, il nostro consiglio è quello di provare in prima persona più modelli di sella con forme e imbottiture diverse, quanto meno per farvi un’idea.

Ma soltanto dopo aver accumulato diverse ore di pedalate su strada, riuscirete ad avere un responso definitivo sulla qualità del vostro acquisto.