Le 12 migliori chitarre elettriche – Classifica 2018

Se il tuo desiderio è quello di diventare un vero rocker altro non hai bisogno se non di una chitarra elettrica. Ma attenzione, perché l’acquisto della prima chitarra elettrica può diventare davvero complicato da gestire. Il perché ve lo spiegheremo in questa guida dove potrete trovare tutti i consigli utili per procedere all’acquisto.

Il mercato ovviamente è molto vario e le proposte offerte oscillano tra prezzi economici – quindi chitarre elettriche di fascia medio/bassa – e prezzi più alti per chitarre che più si adattano ad un pubblico di professionisti.

Ma non perdiamo tempo e andiamo subito a scoprire quali caratteristiche hanno le migliori chitarre elettriche in commercio.

La tabella delle 12 migliori chitarre elettriche

ImmagineProdotto PesoPick-upVoto (1-5)
 1. Chitarra elettrica CLIFTON CUSTOM 2.8 kg 3 Single Coil 4.9
 2. Chitarra Elettrica Fender Squier Stratocaster Bullet Black Nera 6.8 kg 1 Humbucker

2 Single Coil

 4.8
 3. Yamaha ERG121GPII 11 kg2 Humbucker

1 Single Coil

 4.6
 4. Ibanez IJRG200U-BK Chitarra 4.5 kg 4 Single Coil 4.6
 5. Epiphone EGGPCHNH1 G-400 Pro Chitarra Elettrica con Pickup Alnico Classic Pro e Coil-Tap 5 kg 2 Alnico Classic Pro 4.4
 6. Yamaha EG112GPII, Chitarra Elettrica 11 kg2 Humbucker

1 Single Coil

 4.4
 7. Epiphone ENJRHSCH1 Les Paul Special-II Chitarra Elettrica 4.5 kg 2 Humbucker 4.4
 8. Epiphone ENB-VSCH1 Les Paul-100 Chitarra Elettrica 4.5 kg 2 Humbucker 4.3
 9.Rocktile Pro L-200OHB – Chitarra elettrica 4.7 kg 2 Humbucker 4.3
 10. Cherrystone – 0754235504924 Jazz Chitarra Elettrica GSH Nero 3.8 kg 2 Humbucker 4.2
 11. Affare! Set Rocktile Banger – chitarre elettrica con accordatore 8 kg 3 Single Coil 4.2
 12. Rockburn – Chitarra elettrica Stratocaster 3.5 kg 3 Single Coil 4.0

Considerazioni generali

Partiamo subito col dire che acquistare una chitarra elettrica economica se si è principianti, non è assolutamente sbagliato. Anzi, è esattamente la cosa da fare. Solo nel momento in cui si conosce già a fondo questo strumento, si può pensare di acquistare una nuova chitarra con caratteristiche e specifiche più avanzate.

Come per ogni acquisto, però, è necessario considerare degli elementi di chiara importanza per decidere per quale strumento optare. È normale essere un po’ disorientati, la quantità di chitarre elettriche disponibili, le diverse marche e i differenti prezzi non rendono la scelta facile. I fattori e gli elementi principali da non escludere prima di procedere all’acquisto sono:

  • I pickup
  • Stratocoaster o Les Paul
  • Materiali di costruzione
  • Peso dello strumento

I pickup

Il pickup è un elemento essenziale nella chitarra elettrica. Il suo compito, infatti, è quello di catturare il suono che poi viene amplificato. Rappresenta, appunto, il suono della chitarra, ed è molto importante per la resa timbrica dello strumento.

I pickup possono essere di due tipi:

  • Single coil
  • Humbucker

La chitarra con pickup single coil è uno strumento con pickup singolo. La caratteristica principale di questa bobina è di avere un suono molto rumoroso, poiché il campo magnetico è localizzato, ed ogni polo altro non è che il magnete stesso. La conseguenza è di avere dei pickup che sono molto sensibili a qualsiasi tipo di rumore. Il suo suono è molto definito e tagliente.

La chitarra con pickup Humbucker è invece con una doppia bobina, in altre parole un microfono doppio che produce un suono più vibrante e distorto. Le chitarre con questi tipi di pickup sono notoriamente diffuse nella musica hard rock e metal, proprio per il tipo di suono che ne deriva, che si potrebbe descrivere come molto più spinto, decisamente meno definito, e per questo ideale per generi musicali più hard.

Esistono poi chitarre con la combinazione di questi due elementi e altre con pickup meno diffusi che si trovano principalmente in categorie di chitarre di altissima qualità e pensate per musicisti professionisti o con esigenze particolari.

Le chitarre Stratocaster o Les Paul

Tra le migliori chitarre elettriche in commercio ci sono essenzialmente i tipi di modelli che hanno fatto la storia ispirando altre case produttrici a creare copie, plagi e imitazioni non sempre di alta qualità.

Vediamo ora nel dettaglio questi due tipi di chitarra.

Stratocaster – Questa chitarra è adatta a chi fa della musica rock ma anche per generi musicali più soft quali funk, blues e pop, ma di regola, per tutti quei generi in cui è necessario ottenere un suono pulito, chiaro e non distorto. Non è un caso, infatti, che questa chitarra è utilizzata dai grandi chitarristi di tutto il mondo. Riassumendo, se si cerca una chitarra con un suono nitido, la Stratocaster è il modello da scegliere.

Les Paul – Al contrario qui troviamo una chitarra dal suono sporco, rauco e distorto. Ideale per generi musicali quali nu metal, hard rock e grunge, queste chitarre montano pickup doppi, quindi Humbucker. Le Les Paul nascono negli anni ’40 e da allora i materiali e la forma sono rimasti quasi del tutto invariati. In commercio ci sono poi delle sottocategorie di modelli disponibili:

  • Les Paul Custom
  • Les Paul Standard
  • Les Paul Studio

Questi tre modelli si differenziano per specifiche meccaniche, materiali di costruzione e pickup montati. Secondo l’utilizzo che si vuole fare, esiste quindi una chitarra Les Paul adatta.

Materiali di costruzione

Come per tutte le chitarre, i materiali di costruzione sono da considerare come il principale elemento su cui riflettere. Il corpo, che è la parte fondamentale che contribuisce a creare il suono, deve essere costruito con materiali di alta qualità. I liutai, infatti, hanno a disposizione una vasta scelta di materiali ideali per la cassa di risonanza. Quelli più  adatti per costruire il corpo della chitarra sono l’abete rosso, l’ontano, l’acero, il mogano, l’acacia e, da non trascurare, la fibra di carbonio. Ognuno di questi materiali produce un suono diverso. Più caldo, più cupo, più vibrante, meno pulito. Secondo il vostro gusto e il tipo di musica che volete fare, avrete la possibilità di scegliere il legno più adatto.

Peso dello strumento

Non bisogna tralasciare questo importante fattore. Se state per acquistare per la prima volta una chitarra elettrica, dovrete considerare il peso e il bilanciamento dello strumento. I legni, ovviamente, contribuiscono nel peso finale, ma sarebbe davvero sbagliato dire che la chitarra perfetta debba avere 3 o 4 chili.

Perché? Perché dipende molto dalla vostra fisicità. Una persona alta 2 metri e una alta 1,60 cm avranno esigenze diverse dovute alla corporatura. È importante sentirsi a proprio agio con la chitarra elettrica. Sia che si suoni su di un palco, sia che si utilizzi lo strumento per prove, si indosserà la chitarra per molte ore e una chitarra dal peso troppo leggero o troppo pesante influirà su possibili fastidi della schiena.

Recensioni delle 5 migliori chitarre elettriche

1. Chitarra elettrica CLIFTON CUSTOM

Arriva a casa con un set completo fatto di accordatore digitale, custodia, cavo, tracolla e 2 plettri, un libro per imparare a suonare fornito di DVD e CD ed un prezzo accattivante. Poteva non essere la nostra scelta per la migliore chitarra elettrica?

Ma non è certo solo per questo: questa chitarra dal design semplice e accattivante è adatta a chi sta per acquistare una chitarra elettrica per la prima volta. Con un accordatore potente, robusta e ben bilanciata, si traduce nella scelta giusta per chi si appresta a suonare questo strumento per la prima volta o passa da un’acustica all’elettrica.

La sua colorazione esterna è nera ed ha una tastiera in acero. Con i suoi 22 tasti e i 3 pickup single coil si può cominciare a fare rock ‘n’ roll senza invidiare prodotti molto più costosi e di categoria superiore. Assolutamente consigliata.

2. Fender Squier Chitarra Elettrica

Questa Stratocaster nera è costruita in legno d’acero con tastiera in palissandro. Ha una grandezza di 4/4, quindi adatta ad adulti e a teenager dai 15 anni in su. Una qualità altissima ad un prezzo concorrenziale. E’ una chitarra molto comoda da imbracciare e, a sorpresa, suona molto bene anche senza essere collegata ad un amplificatore. Il suono è potete sull’humbucker al ponte e meno d’impatto sui single coil.

Anche questo è uno strumento adatto per gli entry level (che abbiano però già dimestichezza con una chitarra acustica) ma ciò non significa che anche dei musicisti di vecchia data non possano suonarci dei riff rockettari di artisti o band famose.

Questa Fender Squier regala momenti di vera musica. È piacevole da imbracciare e la sua colorazione nera con mascherina bianca le dona uno stile decisamente rock.

Consigliata.

3. Yamaha ERG121GPII

Questa chitarra Yamaha è un modello classico. Costruita in legno d’acero e agathis, fa parte della serie denominata “Pacifica” della Yamaha. Include nell’acquisto un accordatore, diversi plettri, un set di corde da sostituire e un cavo da connettere con l’amplificatore.

Dispone di 22 tasti con una “suonabilità” buona. Con i suoi pickup, Humbucker e Single Coil, è adatta sia per generi rock sia alternative e possiede un suono pulito e non distorto. Anche la sua estetica è accattivante e come primo acquisto si rivela un ottimo investimento.

Tra le entry level è una delle migliori scelte disponibili sul mercato, ad un prezzo seppur leggermente più alto rispetto ad altre alternative resta comunque un chitarra da consigliare. In molti casi questa chitarra viene utilizzata anche come secondo strumento da chitarristi che scelgono di acquistare prodotti di categoria superiore e molto più costosi, in quanto la qualità del prodotto è molto alta.

La Yamaha non delude neanche questa volta.

4. Ibanez IJRG200U-BK Chitarra

Neanch l’Ibanzez poteva mancare nella nostra Top 5. Fornita di tutto il necessario per cominciare a suonare – amplificatore da 10W, accordatore, cuffia, borsa, tracolla, plettri e custodia – la Ibanez è molto leggera e piacevole da imbracciare.

Questa chitarra, ottima per principianti e chitarristi di medio livello, si presenta ben rifinita e ben progettata, facile, quindi, da suonare sia che ci si trovi in piedi, sia seduti. Anche dopo un uso massiccio dello strumento e nonostante la pressione quasi veemente esercitata sulle corde, quest’ultime resistono bene.

Il rapporto qualità/prezzo è eccellente, l’amplificatore in dotazione è sufficiente per disturbare il vicinato e altro non si può dire se non che questa chitarra è davvero un ottimo prodotto.

5. Epiphone EGGPCHNH1 G-400 Pro Chitarra Elettrica

Con i suoi 5 kg questa chitarra è forse un po’ sottovalutata tra i musicisti e questo è un peccato perché questo strumento è costruito in mogano e palissandro, materiali di alta qualità, e offre i pickup Alnico Classic Pro, versione più recente dei pickup di Epiphone fatti fare su licenza. Si tratta di due pickup Humbucker e ognuno di essi possiede un controllo tono e volume indipendenti.

La tastiera è di 22 tasti costruita in palissandro, il manico è ispirato agli anni ’60 ed è facile da usare, soprattutto per gli amanti del sound Gibson.

Si tratta comunque di una chitarra di fascia bassa ma che regala una piacevole esperienza di suono. Piccola nota negativa, il volume, che è indotto dai pickup, ha una leggera escursione verso l’alto quando si passa da un Humbucker all’altro, ottenendo quindi dei volumi non sempre omogenei.

Resta comunque una chitarra elettrica molto interessante e di ottima qualità.

Considerazioni finali

Vi è venuta voglia di suonare un riff alla Smoke on the water dei Deep Purple? Non vi resta che esercitarvi scegliendo una delle migliori chitarre elettriche che trovate in questa guida, perché tra quelle elencate c’è sicuramente quella che fa per voi. Provare per credere!