Le 12 migliori bici da corsa – Classifica 2018

Se avete deciso di acquistare una nuova bici da corsa sicuramente vi starete domandando quale modello fa al caso vostro. La scelta non è sicuramente semplice perché innanzi tutto si va incontro a spese elevate e, in secondo luogo, chi ha poca esperienza in questo campo e per la prima volta si accinge a salire in sella ad una bici da corsa, potrebbe non avere idea di cosa comprare.

In questa nostra dettagliata guida all’acquisto, troverete, oltre a tutte le caratteristiche principali da valutare in base alle vostre esigenze, anche alcune recensioni delle migliori bici da corsa attualmente sul mercato.

Tabella delle 12 migliori bici da corsa

ImmagineProdottoMateriale TelaioPesoVoto (1-5)
 1. KROSS VENTO 7 ROAD CICLISMO STRADA BICI DA CORSA Carbonio 8 Kg 4.8
 2. BEIOU® 2016 700C strada Shimano 105 Bike Carbonio 8.3 Kg 4.8
 3. BOTTECCHIA 56P 8AVIO EVO Shimano 105/Ultegra Mix 22s Carbonio 8.1 Kg 4.7
 4. 700 C 28 pollici Rennrad Viking Vuelta STI 4 misure 2 colori Alluminio 11.9 Kg 4.7
 5. Legnano bicicletta 500 corsa lg34 carbon 2x10v taglia 55 nero verde  Carbonio 9.3 Kg 4.6
 6. SAVA Bici da Strada 700C Fibra Di Carbonio SHIMANO 5800 22 Vitesses Système Bicicletta Ultralight Carbonio 9.8 Kg 4.5
 7. BMC Alpenchallenge AC01 105 Citybikes Alluminio 10.6 Kg 4.5
 8. Carraro 903 d’Ambiez 22, Bicicletta Corsa Bimbo Alluminio 9 Kg 4.5
 9. Shockblaze BK12SB1020 S7 Sl Bici da Strada Alluminio 9.2 Kg 4.4
 10. Bicicletta corsa Protek con telaio in alluminio modello SK.1 con gruppo SRAM completo APEX Alluminio 8,7 Kg 4.3
 11. LOMBARDO MONZA 3.0 MOUNTAIN BIKE BICICLETTA 28″‘ BICI DA CORSA 50″ Alluminio 10 Kg 4.2
 12. Coppi Fixed Scatto Fisso Acciaio 12 Kg 3.8

La bici da corsa giusta per te

Se state leggendo questa guida, molto probabilmente ancora non avete le idee chiare riguardo a quale bici da corsa da acquistare. Effettivamente non si tratta di una decisione semplice da prendere, indipendentemente dal budget a vostra disposizione. Le bici da corsa sono, infatti, strumenti altamente tecnologici ed in continua evoluzione, costruiti con materiali sempre più all’avanguardia e, di conseguenza, più costosi.

Se siete dei ciclisti neofiti, il nostro consiglio è quello di non gettarvi direttamente in spese folli ma di adattare la vostra esperienza alla qualità della bici. Quando si compra un nuovo modello, infatti, bisogna necessariamente sapere quelle che sono le caratteristiche da ricercare nello strumento, in modo da adattarle al meglio alle vostre caratteristiche fisiche e al vostro modo di correre.

Vediamo insieme quali sono gli aspetti che caratterizzano le migliori bici da corsa in commercio.

Quanto costa una bici da corsa?

Un desiderio comune a tutti gli appassionati di ciclismo è quello di possedere una bici da corsa professionistica, come quelle usate dai grandi corridori durante le gare. Si tratta di strumenti che però non sono alla portata di tutti a causa del loro prezzo molto elevato.

Quello che incide maggiormente sul prezzo di una bici da corsa è la qualità del materiale con cui questa è stata realizzata.

Telaio

È il pezzo che più influisce sul costo finale, poiché si tratta dello scheletro principale della bicicletta. I materiali utilizzati per la sua realizzazione sono cambiati nel tempo, rendendo il mezzo sempre più performante e leggero. L’acciaio, ad esempio, tanto usato negli anni passati, adesso è sempre meno presente a causa non solo del suo peso eccessivo peso ma anche della limitata resistenza all’acqua e al trascorrere del tempo.

Adesso al suo posto si preferisce utilizzare l’alluminio per prodotti di fascia medio-bassa e il carbonio per le bici migliori. Quest’ultimo, in particolar modo, grazie alla sua leggerezza e robustezza, oltre a garantire massime prestazioni sia su strade in pianura che in salita, mantiene la sua originale qualità anche dopo molti anni e chilometri percorsi.

Anche la qualità della parte meccanica della bici ovviamente contribuisce a farne lievitare il prezzo. Per chi è alla ricerca dei massimi risultati, anche i piccoli particolari possono influire sulle proprie prestazioni.

  • Cambio – Uno dei tanti aspetti che dovrete considerare prima dell’acquisto è il cambio. Non si tratta di un particolare da sottovalutare, soprattutto se siete delle new entry nel mondo del ciclismo. Il cambio vi permette infatti di regolare la cadenza e la durezza della pedalata.

Molto brevemente, possiamo generalmente distinguere bici da corsa che prediligono rapporti lunghi, adatti per la pianura, e altre con rapporti più agili, pensate per le strade in pendenza. Le prime richiedono un maggiore sforzo nella pedalata, permettendo però il raggiungimento di grandi velocità. Le seconde invece, sono adatte a cicloamatori poco esperti, più portati a pedalate in maggiore scioltezza e leggerezza, soprattutto in salita.

  • Freni – Negli ultimi anni si è assistito all’introduzione nel mondo del ciclismo del sistema frenante a dischi. SI tratta di un metodo di frenata ancora molto discusso e non accettato da tutti, soprattutto ai massimi livelli agonistici.

Rispetto ai classici freni a pattino, il freno a disco permette una frenata distribuita in maniera migliore su tutta la ruota, regalando quindi una frenata più potente ed efficace, anche in caso di strada bagnata. A livello pratico però, molti ciclisti preferiscono continuare ad usare bici con il metodo a pattini perché si adatta di più al loro stile di guida del mezzo.

Cos’altro bisogna considerare?

Dopo aver considerato gli aspetti concernenti la parte meccanica, passiamo adesso ai componenti da valutare in base alle vostre caratteristiche fisiche. Tutti i cicloamatori, infatti, sanno bene quanto sia importante stare in una posizione comoda sopra la propria bici, perché lo sforzo è consistente e le sessioni di pedalate lunghe diverse ore.

  • Taglia – Così come per l’abbigliamento, anche le bici da corsa hanno diverse taglie. In base alla vostra statura dovrete andare a ricercare una bici con un telaio che si adatti alle vostre forme. La dimensione del telaio, infatti, caratterizzerà la postura che andrete a tenere in sella e, nel caso questa fosse sbagliata, oltre ad essere meno performanti, il vostro corpo ne risentirà con conseguenti dolori muscolari.
  • Sella, manubrio, pedali – Legati alla giusta postura del nostro corpo in corsa e alla comodità del mezzo sono anche la sella, il manubrio e i pedali. Anche se possono sembrare aspetti di poco rilievo, in realtà questi sono componenti che se sottovalutati possono rendere i vostri giri in bici più faticosi del dovuto.

La scelta della sella è molto soggettiva. In particolare, dovrete andare a valutarne la forma e l’imbottitura, in modo tale da poterci rimanere seduti sopra senza stressare in maniera pericolosa il vostro corpo.

L’altro punto di contatto tra bici e corpo è il manubrio. Oltre a valutarne la curvatura su cui poggerete le mani, che è soprattutto una questione di gusti personali, è molto importante che il manubrio sia proporzionato alla larghezza delle vostre spalle.

Recensioni delle 5 migliori bici da corsa

1. Kross Vento 7

La bici da corsa Kross Vento 7 è attualmente la migliore soluzione per tutti i cicloamatori e semi-professionisti che puntano ad ottenere le massime prestazioni.

Si tratta di un prodotto altamente tecnologico ed innovativo. Il suo telaio, interamente realizzato in fibra di carbonio, rende il mezzo estremamente rigido e resistente. Inoltre, l’uso del carbonio, permette di mantenere un peso molto basso, di appena 8 kg.

Ma la caratteristica che rende la Kross Vento 7 superiore agli altri modelli è la presenza di un sistema frenante con dischi. I freni a disco, infatti, a differenza dei classici freni a pattino, garantiscono maggiore efficacia su tutte le superfici e maggiore sicurezza in situazione di umido e bagnato.

Per queste ragioni, la Kross Vento 7 è adatta a ciclisti competenti, con anni di esperienza e poco consigliata per i meno esperti.

2. BEIOU® 2016 700C

Si tratta di uno degli ultimi modelli prodotti dall’emergente azienda cinese Beiou. La Beiou 2016 700C è una delle bici da corsa con il miglior rapporto qualità prezzo all’interno della fascia di qualità medio alta attualmente in commercio.

Il suo telaio in fibra di carbonio oltre a rendere la bici molto leggera e maneggevole, pesa poco più di 8 Kg, e assicura un’ottima resistenza e durevolezza nel tempo.

Questo modello è disponibile in quattro misure differenti, dai 500 mm ai 560 mm, ed è quindi personalizzabile in base alla vostra altezza. Il cambio Shimano con 11 velocità è pensato per raggiungere alte velocità su percorsi in pianura.

3. Bottecchia 56P 8Avio

Il marchio Bottecchia è sinonimo di garanzia e qualità nel mondo del ciclismo. Uno degli ultimi modelli della casa produttrice italiana è la Bottecchia 56P 8Avio. Si tratta di una bici da corsa ottima sia per chi pratica ciclismo agonistico sia per chi corre per passione.

È una bici ultraleggera (appena 8Kg il suo peso) con un telaio completamente in fibra di carbonio. Con le sue forme molto snelle, la Bottecchia 8Avio permette grandi performance e la massima precisione e stabilità di guida. Inoltre, è dotata di un cambio a 24 velocità, che la rende perfetta non solo per la pianura ma, soprattutto, il prodotto ideale per chi ama cimentarsi in percorsi in pendenza.

4. Viking 770C Vuelta

La presenza della Viking 770C Vuelta in una posizione così alta della nostra classifica potrebbe sembrarvi strano visto che sicuramente non rientra tra le migliori bici da corsa in circolazione. Ma questo modello della casa produttrice inglese Viking, risulta essere perfetto per chi non ha mai praticato questo sport e non vuole spendere molto. Ad una cifra molto bassa, infatti, potrete acquistare una bici da corsa ottima per incominciare a pedalare su strada a buoni livelli.

Nonostante il suo telaio sia in alluminio la Viking 770C Vuelta ha un peso piuttosto basso, intorno agli 11 Kg. Grazie al cambio Shimano a 14 velocità, potrete cimentarvi in percorsi di montagna con poca pendenza senza grosse difficoltà.

Questo modello è disponibile in diverse misure e colorazioni e quindi adattabile alla vostra costituzione fisica è ai vostri gusti.

5. Legnano L500 corsa LG34

La bici L500 Corsa LG34 della Legnano, storica casa produttrice italiana, è una bici ottima per chi ha già una certa esperienza con la strada e vuole migliore le sue prestazioni con un modello superiore.

La LG34 è una bici molto ricercata sia nelle forme che nella qualità dei suoi componenti. Il telaio è in carbonio mentre le altre parti meccaniche sono in alluminio, con un peso complessivo che si aggira intorno ai 9 Kg. È dotata di freni a pattino e di un cambio Shimano a 10 velocità che favorisce rapporti molti lunghi per strade pianeggianti.

In conclusione

Per chi ama il ciclismo, salire a bordo della propria bici è molto più che praticare uno sport. Si tratta di una passione decisamente faticosa che costringe a fare molti sacrifici ma, allo stesso tempo, capace di regalare emozioni uniche e speciali.

Per affrontare al meglio le difficoltà che incontrerete lungo i vostri percorsi, avrete bisogno della bicicletta giusta, quella che più si adatta alle vostre caratteristiche fisiche e al vostro modo di correre.

Il nostro consiglio finale è quello di pensare bene, fare ricerche accurate sui vari modelli, magari provandoli in prima persona, e solo alla fine acquistare la vostra nuova bici da corsa.