Le 12 corde per chitarra classica migliori – Classifica 2017

Professionisti o dilettanti, esperti o principianti, tutti i chitarristi sono alla costante ricerca di nuove corde, necessarie in caso di rottura, usura o per creare l’assortimento ideale per il proprio strumento.

Specialmente per i principianti è dunque importante imparare ad orientarsi nella scelta delle corde giuste, trattandosi di una voce di spesa ricorrente nella carriera di tutti i musicisti e di una componente fondamentale nella produzione del suono ricercato.

I materiali utilizzati per creare le corde per la chitarra classica infatti, permettono di ottenere molte sfumature musicali differenti, combinandosi con numerosi elementi variabili, come per esempio il grado di tensione o il tipo di legno usato per la realizzazione dello strumento.

Se desideri un consiglio per sapere quali sono le corde per chitarra classica migliori sei nel posto giusto, e troverai quelle adatte a te semplicemente leggendo le nostre recensioni dei 5 assortimenti più quotati nel settore.

Tabella delle 12 corde per chitarra classica migliori

ImmagineProdottoMaterialeTensioneVoto (1-5)
  1. D’Addario EJ45TT Set Corde Classica Pro Arte Titanio/ Pro-Arte DynaCore Normale 4.8
  2. Savarez 656077 Corde per Chitarra Classica Alliance Corum 500Ar Set Tensione StandardCarbonio/

Corum argentato

 Normale 4.6
  3. Mugig Corde per Chitarra Classica Nylon/ Rame argentato Super Leggera 4.5
  4. D’Addario EJ27H Set Corde Classica Ej27 Classic Nylon Nylon/ Rame argentato Forte 4.5
  5. Savarez 655817 Corde per Chitarra Classica Concert 520R Nylon/ Argentato Forte 4.5
6. D’Addario EJ32 Set Corde Classica Folk Nylon Nylon Nero/ Argentato Normale 4.5
7. D’Addario EJ46 Set Corde Classica Pro Arte Nylon/ Argentato Forte 4.4
8. D’Addario EJ27N Set Corde Classica Ej27 Classic NylonNylon/

Rame argentato

 Normale 4.3
  9. Hannabach 652377 Set Corde per Chitarra Classica Serie 800MT Nylon/ Argentato Normale 4.2
  10. SODIAL(R) 6 A106-1#-6# Corde Professionale per Chitarra Classica Nylon / Argentato Normale 4.1
  11. D’Addario EJ47 Set Corde Classica Pro Arte Nylon/ Bronzo Normale 4.1
  12. 6 Alice A106-1#-6# Corde Professionale per Chitarra Classica Nylon/ Acciaio Normale 3.8

Come scegliere le corde giuste

Le corde per chitarra classica si distinguono per i materiali con cui sono realizzati i cantini. Le tre corde più sottili-  e i bassi,- le tre corde più spesse-  per la loro lunghezza e per la tensione, definita da alcuni produttori bassa, normale o forte, oppure morbida, media o dura, a seconda del diametro.

Le corde sono classificate anche in base al materiale in cui sono realizzate: un monofilo in nylon talora rivestito in plastica per i cantini, e dodici fibre, sempre di nylon, rivestite di metallo per i bassi.

Come vedi i fattori da considerare nella scelta sono numerosi, ma si possono limitare a due semplici elementi di valutazione: il comfort per le tue dita e la capacità di adattamento delle corde al corpo della tua chitarra.

Sapere questo sarà sufficiente per scegliere le corde per chitarra classica migliori tra i dodici set che abbiamo selezionato per te.

  • Materiale dei cantini e dei bassi – Presta attenzione al materiale di cui è fatta l’anima delle corde, se è d’acciaio si tratta di assortimenti per chitarra elettrica ed acustica, inadatti alla classica. Le corde argentate hanno in genere un timbro più acuto nei cantini, più metallico nei bassi, al contrario di quelle in bronzo o rame.
  • Tensione – Se sei alle prime armi le corde, quelle dure o forti non fanno per te. Le normali o medie, invece ti consentiranno di sviluppare i caletti necessari a suonare senza farti male. Una tensione eccessiva potrebbe inoltre danneggiare il manico incurvandolo, verifica dunque che la tensione delle corde sia compatibile con il tuo strumento.

Non posso comprare una corda singola?

Gli assortimenti sono sempre venduti completi. Spesso infatti anche se si rompe una sola corda, lo stato di usura delle altre è tale da rendere necessaria la sostituzione dell’intera muta, tanto che alcuni produttori vendono anche più set in un’unica confezione.

Questo non significa tuttavia che sia necessario sostituire tutte le corde ogni volta che se ne rompe o se ne deve cambiare una. Al contrario, per preservare lo stato di equilibrio della tastiera, si consiglia di continuare a usare quelle che hanno ancora un suono brillante, ripristinando l’accordatura ogni volta.

Devo montare sempre cantini e bassi dello stesso set?

Non sempre i cantini e i bassi di un unico modello o marca formeranno il set più idoneo alla tua chitarra o al tuo orecchio. Spesso sarà necessario associare ai cantini di un produttore i bassi di un altro, questo dipenderà dal tuo gusto e dalla tua disponibilità di spesa.

Ho difficoltà a tendere le corde, c’è un modello più maneggevole?

Alcuni assortimenti di corde presentano alle estremità dei pallini che consentono di maneggiare le corde con maggiore facilità nella delicata fase di montaggio e messa a punto, sono sicuramente quelle che cerchi.

Le corde più care hanno sempre le prestazioni più alte?

A seconda dei materiali utilizzati alcune marche sono naturalmente più care di altre, ma se sei un principiante non occorre investire subito in un allestimento di corde costose, potrai inizialmente procurarti un set idoneo all’apprendimento con una spesa modesta.

Posso montare sia cantini che bassi in semplice nylon?

Per i principianti è consigliabile non avere corde rivestite di metallo, per evitare dolorose escoriazioni che scoraggerebbero subito a continuare lo studio della chitarra. A questo scopo alcuni produttori propongono assortimenti esclusivamente in nylon non rivestito.

Ogni quanto tempo devo sostituire le corde?

Più spesso possibile, sia per mantenere sempre un suono brillante, sia per scoprire nuove sonorità e inediti accostamenti di cantini e bassi. Non esiste un assortimento di corde perfetto, ma solo quello più idoneo alla musica che vuoi suonare.

Considerato il costo, come posso far durare le mie nuove corde più a lungo?

Non sottovalutare il danno arrecato alle corde da grasso e sudore, puliscile e asciugale sempre con un panno ogni volta che riponi la chitarra nel fodero. Questa semplice accortezza ne allungherà di molto la vita.

Quali corde conservano la tensione più a lungo?

Considerate piccole variazioni dipendenti dalla qualità del prodotto, in genere la diminuzione precoce della tensione di una corda dipende da un cattivo montaggio o da un ancoraggio effettuato male, oppure da entrambi. Assicurati che le corde siano ben tese al momento dell’installazione e questo contribuirà, insieme ad un’accurata pulizia, alla longevità del tuo acquisto.

1. D’Addario EJ45TT

Fin dalla prima strimpellata di prova, queste corde ti conquisteranno per morbidezza di suono e comodità e si confermeranno nel tempo grazie ad una straordinaria longevità.

Si tratta delle corde per chitarra classica migliori in commercio, anche perché nella serie Pro-Artè di questa marca, i cantini sono sottoposti ad uno speciale trattamento al laser che ne migliora durata e prestazione.

Proprio i cantini sono la punta di diamante di questo allestimento. Realizzate in titanio –  preferito al solito nylon-  queste corde assicurano una perfetta miscela di timbro, brillantezza del suono e proiezione.

Le corde DynaCore inoltre hanno un anima composta da un multifilamento di recentissima ideazione, irrobustito da una tecnica di avvolgimento molto perfezionata.

Rispetto a quelle in carbonio, queste corde della D’Addario offrono un suono più dolce ed espressivo e sono ideali sia per principianti che per chitarristi esperti.

Con un’ottima tenuta degli accordi e un eccellente rapporto qualità prezzo, le corde D’Addario EJ45TT a tensione normale sono il compromesso perfetto per le esigenze di ogni musicista.

2. Savarez 550 AR

Le Savarez 550 Ar sono un altro eccellente allestimento di corde per le quali il produttore ha scelto di sostituire al nylon, solitamente usato per i cantini, il carbonio, materiale che dona suoni e volumi davvero notevoli.

Il carbonio conferisce infatti grandissima morbidezza ai cantini, che, estremamente sottili, assicurano così un effetto dolce e squillante alle note prodotte.

Le tre corde più sottili sono inoltre protette da una speciale pellicola anticorrosione che le protegge dall’usura provocata dal grasso e dal sudore, anche se si raccomanda comunque la loro pulizia prima di riporre lo strumento.

Adattissimi a chi preferisce eseguire musica moderna sulla propria chitarra classica, questi cantini sono venduti insieme a bassi Corum argentati che assicurano toni profondi e prolungati.

Anche queste corde possono vantare un eccellente compromesso tra spesa e qualità. Morbidezza e  suono brillante le rendono perfette sia per il chitarrista esperto che per quello alle prime armi.

3. Mugig Corde per Chitarra Classica

Queste corde sono tra le più indicate per i principianti. Si tratta infatti di un modello super leggero in nylon, per i cantini, e rame argentato antiruggine, per i bassi, con avvolgimento roundwound, cioè con filo placcato a sezione rotonda intorno al filamento interno di rame.

Molto economiche, le confezioni comprendono tre set completi di sei corde, che potrebbero però dare qualche difficoltà nell’accordatura. Si tratta di un inevitabile conseguenza della loro morbidezza, necessaria al comfort estremo a contatto con le dita.

La sensazione per le mani tuttavia è davvero molto confortevole e questo è il requisito essenziale per chi inizia a imparare a suonare e desidera una scorta di corde sempre a disposizione.

La quinta e sesta corda hanno forse toni troppo alti, e per questo motivo se ne raccomanda l’acquisto agli studenti e non ai professionisti, che potrebbero però considerare comunque questo prodotto per le chitarre da prova.

4. D’Addario EJ27H Set

Un buon set di corde adatto a principianti e professionisti: classiche nella scelta del nylon per i cantini e del rame argentato per i bassi. La marca D’Addario è una garanzia per la qualità dei materiali, i toni caldi e la buona proiezione del suono.

Le corde sono confezionate in unico sacchetto, se l’acquisto è orientato ad un’unica sostituzione ti consigliamo di conservare le altre separatamente in bustine sigillate, per preservarne le caratteristiche di fabbrica il più a lungo possibile.

Diversamente da altri modelli della stessa marca, queste corde non sono dotate di pallini per agevolare ancoraggio e annodatura. Se è la prima volta che sostituisci una corda ti consigliamo di rivolgerti ad un esperto per un aiuto.

Anche distinguere le corde non è facile in assenza di etichettatura o colorazione diversa, per questo motivo dunque l’assistenza di un insegnante o di qualcuno che abbia esperienza si rivelerà molto utile.

5. Savarez 655817

Un altro ottimo allestimento di corde per principianti, fatto di cantini in nylon e bassi argentati. Le Savarez 520 R hanno le corde più sottili molto ruvide, aspetto che facilita la presa dei polpastrelli della mano destra.

Essendo molto morbide richiedono un’accordatura frequente, ma il manuale per il montaggio allegato in ogni confezione è molto chiaro, e, seguito passo per passo, garantirà una durata soddisfacente delle corde.

Ottime per rapporto qualità prezzo, sono comunque corde molto semplici e probabilmente i professionisti dovrebbero indirizzarsi verso bassi in grado di sollecitare maggiormente la cassa armonica, per ottenere suoni con maggiore volume e proiezione.

La casa produttrice è rinomata, e da anni ormai immette sul mercato queste corde, sinonimo di costanza nel mantenimento di un livello qualitativo con grande riscontro tra gli acquirenti.

Suggerimenti finali

Le corde D’Addario EJ45TT, Savarez 550 AR e Mugig sono sicuramente quelle che ti consigliamo maggiormente per la tua chitarra, ma ricorda che ogni strumento ha un suono diverso e che inevitabilmente solo il tuo orecchio e la tua esperienza ti faranno scoprire gli allestimenti migliori per te.

Tieni a mente inoltre che le corde di alcune marche, pur essendo vendute con lo stesso numero di serie, hanno modelli morbidi, normali o duri, al momento dell’acquisto presta quindi attenzione al tipo di tensione che desideri.

Adesso con i nostri consigli sei pronto a scoprire quali marche sono nelle tue corde!