I 12 migliori robot aspirapolvere – Classifica 2017

I robot aspirapolvere sono elettrodomestici molto pratici perché aspirano polvere e peli di animali domestici in autonomia sui pavimenti. Ce ne sono di tantissime tipologie e prezzi: di base, si tratta di aspirapolvere dalle dimensioni molto ridotte e dalla forma schiacciata per passare sotto i mobili.

Funzionano senza fili e si possono programmare in vari modi, per pulire ad esempio spazi limitati, riconoscere automaticamente gli ostacoli come sedie e tavoli.

Il miglior robot aspirapolvere ha la partenza programmata, comoda perché si può far lavorare anche quando non si è in casa, e torna automaticamente alla stazione di ricarica quando ha terminato il proprio lavoro.

Tabella dei 12 migliori robot aspirapolvere

ImmagineProdottoAutonomia in minutiRaggio d’azioneVoto (1-5)
 1. ILIFE A4s Aspirapolvere robot 140 12 metri 4.7
 2. iRobot Roomba® 871 Aspirapolvere robot domestico 40 30 metri 4.6
 3. iRobot Roomba 650 Robot Aspirapolvere per la Pulizia dei Pavimenti 120 36 metri 4.5
 4. LG VR64703LVM Robot Hom Bot Square Aspirapolvere 100 150 metri 4.5
 5. Proscenic 790T WIFI Robot Aspirapolvere Programmabile Con La Tecnologia IPNAS 100 12 metri 4.3
 6. Neato Robotics 945-0174 Botvac D85 Robot Aspirapolvere 120 30 metri 4.4
 7. FONZO Intelligent Robot Aspirapolvere 80 12 metri 4.2
 8. EC Technology Aspirapolvere Robot con Alta Potenza di Aspirazione 120 12 metri 4.2
 9.iRobot Braava Jet 240 Robot Puliscipavimenti con Sistema di Pulizia Sweep & Mop 120 25 metri 4.1
 10. Samsung SR10F71UB Robot aspirapolvere 100 35 metri 4.0
 11. Original Haier SWR Pathfinder Robot Aspirapolvere Controllo Remoto Caricare Automaticamente Spazzare il Pavimento Apparecchio Pulizia 120 120 metri 4.0
 12. Vileda Robot VR 101 Aspirapolvere 60 30 metri 3.0

Robot aspirapolvere: un piccolo UFO che pulisce i tuoi pavimenti

I migliori robot aspirapolveri sono spesso considerati degli oggetti d’avanguardia, perché si muovono da soli per le stanze e assomigliano a degli UFO, dalla forma bassa e tondeggiante.

Rispetto agli aspirapolvere tradizionali presentano molte differenze, perché, anche a causa delle dimensioni ridotte, la potenza di aspirazione e la capacità dei contenitori della polvere sono molto più limitate.

Si tratta di elettrodomestici leggerissimi e ideali per l’uso quotidiano.

In genere, l’autonomia della batteria raggiunge le due ore, e in media questo tipo di aspirapolvere riesce a pulire efficacemente due stanze grandi.

Vantaggi e svantaggi quindi: si tratta di apparecchi pensati per chi li usa ogni giorno per poco tempo, e che quindi non ha grosse quantità di polvere da pulire, e per chi poca voglia di trascinare tubi o scope elettriche in giro per le stanze.

Le caratteristiche principali da tenere in considerazione prima dell’acquisto

I robot aspirapolvere si trovano di tutti i prezzi, dai modelli base, che non hanno una stazione di ricarica ma vanno collegati manualmente alla fine del lavoro alla presa di corrente, a quelli sui quali su può programmare una sorta di “muro virtuale”, per fare in modo che puliscano a fondo zone limitate, o che non cadano lungo le scale.

Tra le caratteristiche comuni a tutti i modelli, ci sono la capacità di muoversi da soli per le stanze e di aspirare polvere, capelli e peli di animali, permettendo un grande risparmio di tempo e fatica.

L’autonomia della batteria, il raggio d’azione, la rumorosità

Le caratteristiche fondamentali che vanno considerate in fase di acquisto sono l’autonomia della batteria, che di solito si esprime in minuti e permette di avere un’idea indicativa della durata di ciascuna sessione, e il raggio di azione, che di solito si esprime in mq e permette di capire quante stanze riesce a pulire il robot prima di dover essere ricaricato.

Un‘altra caratteristica molto importante da tenere in considerazione è la rumorosità: si esprime in Decibel e, più basso è il numero, più silenzioso sarà il robot.

Un robot con una bassa rumorosità è indicato per chi resta in casa durante l’utilizzo dell’aspirapolvere, ad esempio se si lavora o si guarda la TV, se si hanno bambini o anziani che magari riposano, e se si vive in condominio.

Le spazzole centrali e laterali

Si tratta di apparecchi efficaci soprattutto grazie agli accessori in dotazione: ad esempio, il tipo di spazzole, che possono trovarsi al centro, ai lati o in entrambe le parti.

Le spazzole centrali sono molto importanti, perché raccolgono la polvere e i peli prima di aspirarle, ma come quelle laterali vanno sostituite e pulite periodicamente.

Dato che si tratta di un apparecchio che lavora in autonomia, il robot aspirapolvere migliore è quello che ha anche delle buone spazzole laterali, in grado di raggiungere gli angoli e pulire efficacemente lungo i muri: vanno quindi preferiti i modelli che hanno questa funzione, perché altrimenti è necessario ripassare a mano queste zone.

I tappeti e il tipo di sporco

Prima dell’acquisto bisogna inoltre considerare la presenza di tappeti, dislivelli, spazio libero.

Alcuni apparecchi salgono senza problemi sui tappeti e li puliscono, così come hanno delle funzioni di anti ingarbugliamento per evitare di bloccarsi tra frange e tende.

Altri invece sono meno sofisticati ed è necessario alzare tappeti e tende prima di utilizzarli.

Bisogna inoltre considerare il tipo di sporco che abbiamo in casa: ad esempio, tanti peli di cane, oppure tante briciole sotto al tavolo della cucina.

Non tutti modelli sono indicati per raccogliere briciole e altro, perché le briciole e i residui di cibo sono morbidi, e il rischio è che vengano trascinanti in giro per le stanze invece di essere aspirati.

Recensioni dei 5 miglior robot aspirapolvere

1. ILIFE A4s Aspirapolvere robot

ILFE presenta un modello rotondo con spazzole centrali e laterali, pensate per pulire efficacemente anche la moquette e i tappeti.

La tecnologia Mini-Stanza adatta automaticamente la pulizia al tipo di pavimento: ad esempio parquet, piastrelle, moquette, mentre i sensori permettono di evitare le scale e di raggiungere punti difficili come gli angoli e le superfici sotto i mobili bassi, oltre a farlo girare con delicatezza intorno agli ostacoli come gambe di tavoli e sedie.

Dopo la sessione torna alla base di ricarica e si carica autonomamente.

Può essere programmato sia con il telecomando che con i pulsanti sull’apparecchio per la partenza programmata. Il filtro HEPA garantisce una pulizia efficace e profonda.

La sua rumorosità di soli 50 dB lo rende tra i più silenziosi del mercato e quindi è consigliato anche per chi decide di farlo lavorare di notte.

2. iRobot Roomba® 871 Aspirapolvere robot

Roomba è il leader di mercato dei robot aspirapolvere, e il suo 871 è uno dei fiori all’occhiello della produzione, perché garantisce una pulizia fino a 5 volte più potente e una batteria che dura il doppio rispetto ai modelli precedenti.

Tra le tante caratteristiche, questo modello di Roomba ha un sistema brevettato di aspirazione indicato per proteggere dagli allergeni, perché rimuove fino al 99.9% di polline e allergeni e pulisce tutti i tipi di pavimenti, compresi i tappeti con le frange e le moquette.

Le due spazzole rotanti non hanno bisogno di manutenzione perché sono senza setole, e puliscono efficacemente, insistendo sulle zone che necessitano una maggiore pulizia.

Finito il lavoro il robot torna in automatico alla base di ricarica, ed è possibile programmarlo per la pulizia settimanale.

La tecnologia “Virtual Wall” evita in automatico al robot di superare zone non consentite, come ad esempio la tromba delle scale o un pavimento bagnato.

3. iRobot Roomba 650 Robot Aspirapolvere

Questo modello della serie 600 di Roomba è piccolo e pratico: con soli 34 cm di diametro è uno dei più compatti del mercato, ma è molto utile perché aspira efficacemente tutti i tipi di pavimento passando tra sedie, tavoli e sui tappeti, evitando di bloccarsi tra nodi e frange grazie a una speciale tecnologia anti ingarbugliamento.

È possibile impostare la pulizia approfondita di un solo punto, circa un metro, e di programmarlo per pulire in autonomia tutta la casa una volta alla settimana.

Questo iRobot presenta due spazzole centrali per raccogliere efficacemente anche peli e capelli, mentre grazie alla spazzola laterale segue i bordi dei muri per aspirare accuratamente tutto il perimetro.

Il “Virtual Wall “permette di delimitare la zona di lavoro del robot, per evirare che cada dalle scale o per farlo lavorare soltanto in zone prestabilite.

4. LG VR64703LVM Robot Hom Bot Square Aspirapolvere

LG presenta un robot aspirapolvere che copre fino a 150 mq in completa autonomia, ed consigliato per pulire in modo efficace le superfici da peli di cane e gatto, perché oltre alla spazzola per pavimenti e tappeti ha un‘apposita spazzola per raccogliere i peli.

Rispetto agli altri concorrenti ha una forma squadrata invece che rotonda, e quindi è ideale per raggiungere gli angoli più angusti.

La tecnologia HOM-BOT SQUARE permette di non fermarsi in spazi ristetti o sulle frange di tende e copriletto, e si sblocca da solo trovando in percorso alternativo in caso di ostacoli.

Si può programmare e ritorna da solo alla base per la ricarica dopo la sessione.

5. Proscenic 790T WIFI Robot Aspirapolvere

Questo robot di Proscenic ha un ottimo rapporto prezzo qualità: indicato anche per peli di animali e capelli, supera ostacoli alti fino a 15 mm e evita in automatico le scale grazie ai sensori anti caduta.

Le sue dimensioni permettono di pulire anche sotto i mobili più bassi e presenta due spazzole laterali, bocchetta di aspirazione con spazzola rotante accessoria e due kit diversi per aspirare i peli o pulire superfici solide.

Presenta 4 modalità di pulizia diversa: quella automatica, quella in cui si può impostare l’area da pulire, la pulizia perimetrale, ideale per i muri, e la partenza programmata.

Robot aspirapolvere: conviene comprarlo?

Essendo un aggeggio che si muove per casa da solo, il miglior robot aspirapolvere è indicato a chi ha spazi abbastanza liberi e poco affollati, ad esempio appartamenti da single, saloni, e senza la presenza costante di ostacoli come giocatoli dei bambini e altro.

I bambini non dovrebbero avere accesso al robot durante la sessione. Quindi, o si usa quando questi non ci sono, oppure è meglio optare per aspirapolvere tradizionali, perché sono oggetti elettronici un po’ delicati.

Sono molto comodi per chi trascorre tutto il giorno fuori casa, perché si possono programmare in modo da trovare pavimenti perfettamente puliti al rientro, oppure per essere usati mentre si fa altro, ad esempio guardare la TV, cucinare o lavorare da casa alla scrivania.